Pagina 1 di 1

Realizzazione PCB

Inviato: 28/02/2017, 12:17
da euscar
Buongiorno a tutti. :)

Penso sia una buona cosa dedicare un thread all'uso di questa CNC per la realizzazione di PCB.

Apro la discussione con un consiglio su come rendere il piano di lavoro il più possibile livellato con la punta del mandrino, dato che anche una piccolissima variazione di 0,1 mm sull'asse Z fa molta differenza sui risultati che si possono ottenere con i PCB.
Basta semplicemente aggiungere un pianale in compensato dello spessore di circa un cm sopra quello esistente fissandolo con delle viti ai 4 angoli e poi levigare con una piccola fresa l'area di lavoro necessaria.
Nel mio caso ho levigato una porzione di circa 12x18 cm utile per piastre ramate da 100x160 mm (fissate mediante nastro bioadesivo facilmente asportabile dopo il lavoro eseguito).

In questo modo si riesce ad ovviare alle piccole imperfezioni di montaggio della CNC dovute alle non perfette realizzazioni dei pezzi di cui è composta.

Re: Realizzazione PCB

Inviato: 02/03/2017, 22:45
da Mic
Wow! Tutto oro che cola per me, spero arriverà un giorno che proverò!
Non mi convince il biadesivo, provo a spararne una di grossa via la mia totale ignoranza sull'argomento:
non è che l'ideale sarebbe fissare la basetta al compensato con delle viti sfasate autofilettanti ai angoli in modo di avere la maggiore stabilità possibile?

Re: Realizzazione PCB

Inviato: 07/03/2017, 23:00
da euscar
Finora il nastro bioadesivo ha funzionato bene.
Devo solo ricordarmi di applicarlo sempre in orizzontale per ottenere i risultati migliori.
Per quanto riguarda le viti non ho provato, ma penso che a lungo andare si sforacchia troppo il piano di lavoro (usare sempre gli stessi fori non gioverebbe perché dopo poche volte la tenuta della vite verrebbe meno).
Se mai dovessi provare le viti te lo farò sapere come è andata.


Aggiungo un paio di consigli sui bulini di incisione. Quelli che ho potuto provare sono questi due: BUL45-01PG31MD e BUL30-05PG31H.
Il primo è indicato per piste molto vicine (si parla sempre comunque di non meno di 0,3 mm), mentre il secondo è ottimale per piste più distanziate visto che elimina come minimo 0,5 mm a passata (quindi 1 mm di distanza tra le piste).
I migliori risultati li ho ottenuti portando la punta del bulino a contatto con la piastra di rame ed incidendo circa 0,15 mm (anche 0,2 mm): questo perché nonostante il piano aggiuntivo levigato non sono riuscito ad ottenere una uniformità ottimale su tutta la piastra.
Provando ad incidere di meno (visto che di norma lo spessore di rame da eliminare va da 50 a 100 micron circa a seconda della basetta) alcuni punti non venivano incisi fino in fondo.

Alla prossima.