Come ti trasformo la 3Drag

Sezione dedicata alla stampante 3D realizzata da Futura Elettronica in collaborazione con Elettronica In.
Ulteriori informazioni su http://3dprint.elettronicain.it/
Avatar utente
RobotEyes
Messaggi: 77
Iscritto il: 20/04/2015, 18:39
Occupazione: Condulente Informatico
Home_Page: http://
Prov.: TO
Contatta:

Re: Come ti trasformo la 3Drag

Messaggio da RobotEyes » 12/08/2015, 14:41

Nel periodo in cui sono stato inattivo ho avuto molto da fare,
e non ho potuto sviluppare nulla;
ma la stampante ha lavorato molto (Oltre 4 Kg di PLA/ABS).

Proprio in tale frangente mi sono reso conto che la struttura della 8200,
benchè molto simpatica e per molti aspetti buona, soffre MOLTO di alcune
scelte progettuali, peraltro volte aad un compromesso prezzo prestazioni.
In realtà il progetto ha preso spunto dai CNC, che hanno altre necessità.

Citando a caso :
1)
A causa del piatto mobile (ed altri motivi minori);
con pezzi alti (oltre 100 150 mm) le vibrazioni raggiungono e superano
tranquillamente i decimi di mm.
Per una macchina che dovrebbe avere risoluzione inferiore al centesimo.......
Probabilmente, sostituendo le barre ed i manicotti con guide a ricircolo il problema scompare....
(135€ a guida, ne servono 4)
2)
Sull'asse Z tutti concordano che il sistema è piuttosto ingenuo, anche se molto economico.
Anche lì ci sono vibrazioni di non poco conto, anche a basse quote, quando ci sono percorsi "accidentati"
3)
Trasmissione a cinghia poco precisa (vuoi per il passo, vuoi per la mancanza di tendicinghia)
4)
Per non parlare della vite M8 con profilo a doppia S (leggi stortignaccola) e della ZBox con 1-2° di gioco di rotazione;
a 6400 (3200 originali) passi al giro sono oltre 20 passi di gioco, ovvero fino a 0.007 mm su 0,00625 mm di risoluzione Z.
5)
Un estrusore che è (non solo a mio parere) il particolare meno riuscito,
6)
Un piatto riscaldato quasi inutile (il PLA sis stampa anche a freddo con la lacca per capelli, ABS Nylon PET etc. non si stampano).
7)
Un'elettronica completamente chiusa (nel senso che non ci sono connessioni per qualsivoglia opzione)
8)
Mancanza del supporto per doppio estrusore
9)
Volume di stampa ridotto (ma questo è un mio problema, a molti 200x200x200 sono più che sufficienti.
----------------------------
Tutti problemi risolvibili, mi dirai, allora:
1) Sostituiamo le guide X Y con carrelli a ricircolo di sfere.
2) Creiamo un doppio asse Z con carrelli a ricircolo di sfere (almeno 1, meglio 2)
3) Sostituiamo le cinghie, i pignoni ed i motori
4) Sostituiamo l'azionamento Z con chiocciola e madervite a ricircolo di sfere.
5) Sostituiamo l'estrusore con uno di qualità (IeC, E3D, etc)
6) Sostituiamo il piatto con um MK2 / MK3 ed aggiungiamo un alimentatore.
7) Sostituiamo l'elettronica con Arduino e RAMPS,
8) il problema si risolve con il punto 7) - RAMPS
9) Sostituiamo la struttura in profilati con altri di lunghezza maggiore
ovviamente sostituiamo il carrello, le cinghie e soprattutto le guide
(se vibrano con un'area di 20 cm, figuriamoci con 40) vedi punto1)

Ovviamente una buona parte dei problemi di vibrazione si risolvono riducendo
la velocità (al 10-20%) ma non vorrei andare in pensione senza finire i particolari.

Morale..... della "vecchia" 3Drag ci resta l'adesivo. i piedini e lo svolgifilo
li ho cambiati subito, quindi non ci sono più nemmeno loro.

Intendiamoci bene, non dico che sia una macchina che fa schifo; tutt'altro.
E' una macchina da 500 euro ed a me ne serve una da 2500.
Per quello che è, si comporta in modo sorprendentemente onorevole.

Quando l'ho comprata sapevo BENE che non soddisfaceva le mie necessità !
Ma ho voluto una macchina in Kit su cui fare esperienze, ed in questo ha risposto appieno alle mie esigenze.
Non mi sarei azzardato a modificare una Ultimaker o una Lulzbot.
La mia ingenuità è stata di sperare di trasformare una FIAT 500 in una Mercedes 500.
E ciò è ingenuità solo fino ad un certo punto, perchè le modifiche apportate mi sono servite di esperienza.
Quando, però, mi sono reso conto che le parti "nuove" surclassavano le originali ..... ho deciso di fermarmi.

Chi ha la mia età ricorda certi "dune buggy" con telaio Maggiolino e carrozzeria finta Rolls o Ferrari..!!!

La 3DRag, però NON LA BUTTO, NON la vendo, Nè la considero di serie B.

Prova a stampare il FilaFlex o il Cioccolato con una Ultimaker 2 !!!!!!!!!!
Semplicemente la considero un prodotto maturo, arrivata al suo punto di evoluzione,
con una sua collocazione ben precisa, ma sempre un BUON prodotto.

Pensa che per alcune parti che dovrò, spero, realizzare nel prossimo anno, forse dovrò
lasciare la tecnologia FDM per la SLA (o addirittura SLS o RIM, ancora devo focalizzare)

Per cui..... La decisione è di "voltare pagina", non di strappare la pagina vecchia.

Spero di avere chiarito (in un milione di parole) il mio attuale punto di vista.

Nel precedente post ho usato una espressione errata:
non abbandono, interrompo l'evoluzione e mi concentro sul prossimo modello.

(come la Ferrari dopo la metà stagione)

Buon "modding" a chi continua,
io comunque, qualcosina quà e là la migliorerò ancora.

Ciao, Carlo
------------------------------------------------------------------------------------------
Robot Eyes Ltda
Belo Horizonte - Brasil
www.robot-eyes.com
------------------------------------------------------------------------------------------

immaginaecrea
Messaggi: 133
Iscritto il: 26/11/2014, 18:35
Occupazione: Maker
Home_Page: http://www.immaginaecrea.it
Compleanno: 01 giu 1961
Città: Bologna
Prov.: BO

Re: Come ti trasformo la 3Drag

Messaggio da immaginaecrea » 12/08/2015, 15:02

Vedi... sei stato molto più oculato di me che come primo kit acquistai una huxley di techzone, azienda che si è eclissata con "ignominia" dopo aver distribuito i kit più costosi e truffaldini dell'anno 2011.... quelli ben erano 700 €, e non 500, spesi male..... la 3Drag al confronto è una "majestic" del genere...... e non ti dico l'hotend come era fatto se no ben che ti metti a ridere....... :mrgreen:

Non sono qui per difendere la 3Drag ma devo ammettere che come "palestra" è un ottimo giochino, venduto ad un prezzo abbastanza equo..... poi ci sono anche altre soluzioni che non è certo questo il luogo nel quale discuterne.... ma nell'anarchia odierna del mercato tende a difendersi ancora dai..... soprattutto perchè, come hai fatto tu, è passibile di essere rivista settore per settore fino a migliorare e non di poco le prestazioni.

Ovvio che se uno va a vedere il costo dell'operazione... alla fine se comprava una macchina "finita" forse gli rimanevano dei soldi........ :mrgreen:

Avatar utente
RobotEyes
Messaggi: 77
Iscritto il: 20/04/2015, 18:39
Occupazione: Condulente Informatico
Home_Page: http://
Prov.: TO
Contatta:

Re: Come ti trasformo la 3Drag

Messaggio da RobotEyes » 12/08/2015, 15:19

In realtà, caro Davide, hai ragione; come quasi sempre.

Penso che la mia 3DRag subirà ancora torture alla Frankenstain,
perchè sembra fatta apposta per sperimentare soluzioni diverse.

Ottima cavia da esperimenti (o banco di prova, come vuoi)

Quando mi arriva la trasmissione flex per il motore... lo provo lì !!!!!!

Vale sempre l'esempio Ferrari,
che le evoluzioni le prova prima sulla vettura dell'anno precedente.

Ciao
------------------------------------------------------------------------------------------
Robot Eyes Ltda
Belo Horizonte - Brasil
www.robot-eyes.com
------------------------------------------------------------------------------------------

berticus
Messaggi: 144
Iscritto il: 12/02/2014, 22:22
Home_Page: http://
Commento: appassionato di meccanica, elettronica ed ottica
Compleanno: 0- 0-1975

Re: Come ti trasformo la 3Drag

Messaggio da berticus » 12/08/2015, 16:32

Adesso ti sei chiarito. Non avevo capito il post di "resa".
Per le vibrazioni (cruccio occulto dell 3drag) uso cuscinetti antivibrati in silicone ricavati da una presina da cucina spessa 1 cm fatta come un telaio di cera delle api. Una bomba! Costo 2 euro e mi sono avanzati altri 4 cuscinetti.

La trapezia uso una da 12 mm passo 3. Una bestia che da ottimi risultati. Un disaccopiatore.... Ma presto diveranno 2 per svincolare anche la parte sopra...... Mai libera pero! Alil ha perfettamente ragione su questo punto.

Stampo abs, nylon, carbonio senza problemi. Il piatto arriva a 110 gradi. Il materiale piu ostico e' l'abs ma con un buon raft ed evitando le correnti (uno scatolone tagliato ad hoc fa miracoli e costa niente) anche l'abs va a meraviglia.

In ogni caso sto costruendo anche io il mostro. Stampante tutta a ricircolo di sfere dedicata solo al nylon e al carbonio con base di stampa di 10 cm circa. Tutti pezzi trovati di recupero. Spero di terminarla entro l'anno.

A tal proposito avete notizia di un piatto riscaldato di dimensioni minimali? Ho bisogno di un 10*10.

P.S. Non ho capito cosa devi stampare.

Buon divertimento

Avatar utente
RobotEyes
Messaggi: 77
Iscritto il: 20/04/2015, 18:39
Occupazione: Condulente Informatico
Home_Page: http://
Prov.: TO
Contatta:

Re: Come ti trasformo la 3Drag

Messaggio da RobotEyes » 14/08/2015, 15:35

Pur avendo deciso di non evolvere più sulla 3DRag,
le migliorie "semplici" continuano (vedi post seguente).

@berticus
Per le vibrazioni, a nulla servono i piedi ammortizzati; io uso dei cuscinetti in Memory Foam che
vanno che è una meraviglia, ma la vibrazione che mi infastidisce è quella inerziale dell'oggetto sul piatto,
che, grazie al braccio di leva lungo dei pezzi alti, trasforma i millesimi di gioco delle guide in centesimi o decimi.
Stampando a 10-20 mm/sec si risolvono, ma io trovo già bassi gli attuali 60 ........

Quanto al piatto a 110°, evidentemente hai montato un piatto (MK2 ?) diverso dall'originale,
che a stento supera i 60°. Quindi devi aver aggiunto/cambiato l'alimentatore,
e se non hai montato un ripetitore rischi di fondere il MOSFET della scheda ad ogni accensione...
(Va bene 1.000.000 di volte, ma basta che ne fallisca una e butti la scheda)
oppure hai cambiato anche l'elettronica.

Ecco cosa intendevo, alla fine, del contenuto del kit, ti resta solo l'adesivo.
berticus ha scritto: ..........
P.S. Non ho capito cosa devi stampare.
..........
Se va bene un progetto in corso dovrò creare dei gruppi ottici (per sistemi di visione)
Moooooooooooooolto precisi..... Inoltre devono essere "BELLI" a vedersi
(in genere il cliente valuta se ha pagato tanto o poco
in funzione dell'estetica, la funzionalità è un optional)
Da qui la tecnologia SLA. Inoltre forse dovranno essere esposti ad alte temperature (oltre 200°)
in questo caso potrei andare sulla tecnologia SLS per stampare direttamente in metallo.
Ma certo una macchina SLS non la faccio ne la compro, al più la affitto.
Oppure la RIM, facendo il campione con SLA, e da qui lo stampo e l'iniezione di metallo fuso.

Ma, ripeto, prima devo convincere una multinazionale a mettere mano al portafoglio SIC !!!

Segue una modifica promessa già da tempo.
------------------------------------------------------------------------------------------
Robot Eyes Ltda
Belo Horizonte - Brasil
www.robot-eyes.com
------------------------------------------------------------------------------------------

Avatar utente
RobotEyes
Messaggi: 77
Iscritto il: 20/04/2015, 18:39
Occupazione: Condulente Informatico
Home_Page: http://
Prov.: TO
Contatta:

Re: Come ti trasformo la 3Drag

Messaggio da RobotEyes » 14/08/2015, 15:58

8) Miglioramento asse Z parte II

Ecco le modifiche finali

Dopo le considerazioni fatte prima, sul punto numero 8 :
Ovvero che non voglio vincolare un asse retto in tre punti ma solo in due,
non mi piaceva lasciare tutto il carico (peso del carrello Z) in modo assiale sul motore.

Non volendo vincolare la vite orizzontalmente in alto, ho risolto nel modo che segue:
Ho preso dei cuscinetti reggispinta, e ne ho montato uno con un piatto al contrario:

Immagine
Immagine

Ovviamente ho dovuto stamparmi un portacuscinetti adatto alle mie misure.

Immagine

Poichè i cuscinetti che ho usato hanno il foro da 12, ho stampato anche un piccolo riduttore.
Notare che impegna solo il piatto superiore (scanalato).
Attenzione, per ottenere l'effetto voluto, il foro DEVE essere minimo un paio di mm superiore alla vite.

Nel montaggio è indispensabile seguire una procedura ben precisa per non caricare il motore:
1) Assemblare il tutto senza tirare il dado superiore.
2) Allentare i grani di fissaggio del motore (o della barra) sul giunto elastico (disaccoppiatore)
3) Chiudere il dado superiore, autobloccante o cieco (esteticamente migliore).
4) Dopo aver controllato che, manualmente, non ci siano intoppi, chiudere i grani del giunto elastico.
5) Un bel G28 Z e poi G1 Z200.0 F5000 per fare l'escursione (pronti a dare STOP se qualcosa non va !!!!!)

il risultato si può vedere qui:
https://youtu.be/2Gg_0qz47-c

L'asta sbandiera, ma il cuscinetto regge il peso, scaricando il motore.

Quindi .... Punto 8 chiuso.....

-------------------------------
EDIT 15/8
Giova ricordare che il portacuscinetto deve
avere una cava di diametro almeno 2 mm
maggiore del piatto superiore........
-------------------------------


Ciao
------------------------------------------------------------------------------------------
Robot Eyes Ltda
Belo Horizonte - Brasil
www.robot-eyes.com
------------------------------------------------------------------------------------------

Avatar utente
federico.balugani
Messaggi: 73
Iscritto il: 12/03/2015, 14:53
Occupazione: Ricercatore
Home_Page: http://

Re: Come ti trasformo la 3Drag

Messaggio da federico.balugani » 18/08/2015, 13:50

Nel video sembra che il dado e il riduttore abbiano libertà radiale rispetto al piatto superiore (sembra che si spostino rispetto al piatto superiore).
La libertà radiale di questa soluzione non dovrebbe essere fra i due piatti del cuscinetto? Cioè vite, piatto superiore e sfere sbandierano rispetto al piatto inferiore del cuscinetto

Avatar utente
RobotEyes
Messaggi: 77
Iscritto il: 20/04/2015, 18:39
Occupazione: Condulente Informatico
Home_Page: http://
Prov.: TO
Contatta:

Re: Come ti trasformo la 3Drag

Messaggio da RobotEyes » 19/08/2015, 9:40

E' vero.
Effettivamente nel video sembra che il piatto superiore non si muova, ma lo fa.
Cercherò di fare un'altro video con differente angolazione per farlo vedere bene.

Ciao
------------------------------------------------------------------------------------------
Robot Eyes Ltda
Belo Horizonte - Brasil
www.robot-eyes.com
------------------------------------------------------------------------------------------

berticus
Messaggi: 144
Iscritto il: 12/02/2014, 22:22
Home_Page: http://
Commento: appassionato di meccanica, elettronica ed ottica
Compleanno: 0- 0-1975

Re: Come ti trasformo la 3Drag

Messaggio da berticus » 20/08/2015, 22:37

Come detto nel precedente post ho montato il secondo coupler nella parte alta dell'asta in modo da tenerla vincolata in modo elastico.
Risultato? se prima il mio z wobble era appena percettibile guardando il pezzo sotto la giusta illuminazione adesso è sparito del tutto.
Inoltre con questa soluzione si evitano tutti i problemi sollevati giustamente da alil se si lascia la barra libera in alto..... specie con la 3drag.
Semplice, rapido, economico. (per me anche a costo 0 visto che come coupler ho utilzzato un pezzo di gomma tornito).

Appena riesco posto le foto della modifica e del pezzo stampato

Ciao

Avatar utente
federico.balugani
Messaggi: 73
Iscritto il: 12/03/2015, 14:53
Occupazione: Ricercatore
Home_Page: http://

Re: Come ti trasformo la 3Drag

Messaggio da federico.balugani » 21/08/2015, 10:10

Interessante!
Che coupler hai realizzato, dei giunti di oldham?
https://www.youtube.com/watch?v=utEKKox2WHA

Rispondi